• Jurta produzioni B.05 “Corpo Scaduto” Rassegna MOB-Solidali

    DSCF2980Rassegna Mob Solidali 2015

    Giovedi’ 21 maggio 2015

    Quadriportico Vicolo Bolognetti, 2 Bologna

    ore 21.00

    CORPO SCADUTO è uno spettacolo teatrale che mette in scena il tema della procreazione medicalmente assistita. Una donna che vive un’esperienza come questa, infatti, può provare sensazioni di ansia e speranza ma, alla fine, anche il dolore nello scoprire che il proprio corpo è “scaduto”, cioè non più in grado di generare la vita. Il tema scelto si collega all’attualità, anche in ragione del forte aumento percentuale di giovani coppie che si affidano a questo tipo di percorso.

    La sinossi racconta il percorso d’una donna partendo dalla fase della speranza e del sogno dell’avere un bambino. Tale speranza è espressa attraverso l’acquisto di vestiti e giocattoli, oppure dal giocherellare nella stanza utilizzando le ombre sul muro. Le scene alternano condizione diurna e notturna e, durante la notte, mentre lei dorme, si manifestano strani eventi e oscuri presagi (uccelli morti, oggetti che si muovono da soli).

    La donna inizia il percorso di procreazione assistita e, dopo aver incontrato un’infermiera severa e un dottore dalle sembianze d’un clown McDonald, procede con una terapia fatta di dolorose punture sul ventre.

    Alla fine, la dimensione diurna della speranza e quella notturna del presagio nefasto entrano in collisione: la visione della distruzione del Sole fa da cornice, per la donna, alla percezione di quell’unico momento di vita, brevissimo, ch’ella è riuscita a percepire dentro di sé poco prima della morte dell’embrione. Sole ed embrione, dunque, fungono da concatenamento simbolico per ricondurre alla natura sferica dell’Essere.

    Sul piano stilistico, atmosfere e situazioni di CORPO SCADUTO rimandano alla cinematografia horror contemporanea: l’Asian Terror giapponese e coreano, i found footage movie americani, il nouvelle troille francese.

    Dal punto di vista della struttura registica e drammaturgica, lo spettacolo rispetta i due paradigmi estetici di Jurta Produzioni: un flusso sonoro/musicale costante che svolge altresì ruolo di ambiente/installazione, nonché una scrittura elaborata come una successione ininterrotta di tableaux vivants.

    Interpreti: FRANCESCA MARTELLI, DANIELE ESPOSITO E LORENZA GUERRA

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    Genere: teatro di ricerca, teatro-danza

    Informazioni e prenotazioni:

    Jurta produzioni francesca.biopolitica@gmail.com – 340/4719020

     



  • Jurta produzioni presenta B.05 “Corpo Scaduto” sulla Procreazione Medicalmente Assistita

    DSCF3045                          DSCF2978

    Teatro Del Navile

    22 e 23 Novembre 2014

    ore 21.00

    Via Marescalchi, 2/b (angolo Via D’Azeglio) Bologna

    CORPO SCADUTO è uno spettacolo teatrale che mette in scena il tema della procreazione medicalmente assistita. Una donna che vive un’esperienza come questa, infatti, può provare sensazioni di ansia e speranza ma, alla fine, anche il dolore nello scoprire che il proprio corpo è “scaduto”, cioè non più in grado di generare la vita. Il tema scelto si collega all’attualità, anche in ragione del forte aumento percentuale di giovani coppie che si affidano a questo tipo di percorso.

    La sinossi racconta il percorso d’una donna partendo dalla fase della speranza e del sogno dell’avere un bambino. Tale speranza è espressa attraverso l’acquisto di vestiti e giocattoli, oppure dal giocherellare nella stanza utilizzando le ombre sul muro. Le scene alternano condizione diurna e notturna e, durante la notte, mentre lei dorme, si manifestano strani eventi e oscuri presagi (uccelli morti, oggetti che si muovono da soli).

    La donna inizia il percorso di procreazione assistita e, dopo aver incontrato un’infermiera severa e un dottore dalle sembianze d’un clown McDonald, procede con una terapia fatta di dolorose punture sul ventre.

    Alla fine, la dimensione diurna della speranza e quella notturna del presagio nefasto entrano in collisione: la visione della distruzione del Sole fa da cornice, per la donna, alla percezione di quell’unico momento di vita, brevissimo, ch’ella è riuscita a percepire dentro di sé poco prima della morte dell’embrione. Sole ed embrione, dunque, fungono da concatenamento simbolico per ricondurre alla natura sferica dell’Essere.

    Sul piano stilistico, atmosfere e situazioni di CORPO SCADUTO rimandano alla cinematografia horror contemporanea: l’Asian Terror giapponese e coreano, i found footage movie americani, il nouvelle troille francese.

    Dal punto di vista della struttura registica e drammaturgica, lo spettacolo rispetta i due paradigmi estetici di Jurta Produzioni: un flusso sonoro/musicale costante che svolge altresì ruolo di ambiente/installazione, nonché una scrittura elaborata come una successione ininterrotta di tableaux vivants.

    Interpreti: FRANCESCA MARTELLI, DANIELE ESPOSITO E LORENZA GUERRA

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    Genere: teatro di ricerca, teatro-danza

    Biglietto: 10 euro + tessera associativa di 1 euro

    Informazioni e prenotazioni: Teatro Del Navile 051 224243

    Jurta produzioni 340/4719020

     

     



  • B.05 “Corpo Scaduto” sulla Procreazione Medicalmente Assistita

    Jurta Produzioni B.05 “Corpo Scaduto” 2014

    DSCF2978  DSCF2974

    DSCF3045

    CORPO SCADUTO è uno spettacolo teatrale che mette in scena il tema della procreazione medicalmente assistita. Una donna che vive un’esperienza come questa, infatti, può provare sensazioni di ansia e speranza ma, alla fine, anche il dolore nello scoprire che il proprio corpo è “scaduto”, cioè non più in grado di generare la vita. Il tema scelto si collega all’attualità, anche in ragione del forte aumento percentuale di  giovani coppie che si affidano a questo tipo di percorso.

    La sinossi racconta il percorso d’una donna partendo dalla fase della speranza e del sogno dell’avere un bambino. Tale speranza è espressa attraverso l’acquisto di vestiti e giocattoli, oppure dal giocherellare nella stanza utilizzando le ombre sul muro. Le scene alternano condizione diurna e notturna e, durante la notte, mentre lei dorme, si manifestano strani eventi e oscuri presagi (uccelli morti, oggetti che si muovono da soli).

    La donna inizia il percorso di procreazione assistita e, dopo aver incontrato un’infermiera severa e un dottore dalle sembianze d’un clown McDonald, procede con una terapia fatta di dolorose punture sul ventre.

    Alla fine, la dimensione diurna della speranza e quella notturna del presagio nefasto entrano in collisione: la visione della distruzione del Sole fa da cornice, per la donna, alla percezione di quell’unico momento di vita, brevissimo, ch’ella è riuscita a percepire dentro di sé poco prima della morte dell’embrione. Sole ed embrione, dunque, fungono da concatenamento simbolico per ricondurre alla natura sferica dell’Essere.

    Sul piano stilistico, atmosfere e situazioni di CORPO SCADUTO rimandano alla cinematografia horror contemporanea: l’Asian Terror giapponese e coreano, i found footage movie americani, il nouvelle troille francese.

    Dal punto di vista della struttura registica e drammaturgica, lo spettacolo rispetta i due paradigmi estetici di Jurta Produzioni: un flusso sonoro/musicale costante che svolge altresì ruolo di ambiente/installazione, nonché una scrittura elaborata come una successione ininterrotta di tableaux vivants.

     

    Interpreti: FRANCESCA MARTELLI, DANIELE ESPOSITO E LORENZA GUERRA

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    Genere: teatro di ricerca, teatro-danza



  • Jurta produzioni “B.05 – Corpo Scaduto”

    images

    Jurta produzioni

    Venerdi’ 30  maggio 2014 ore 22.00

    Vicolo Bolognetti, 2 Bologna

    rassegna MOB- Solidali con la Provincia di Bologna

    presenta

    B.05 – CORPO SCADUTO

    Procreazione Medicalmente Assistita

    CORPO SCADUTO è uno spettacolo teatrale che mette in scena il tema della procreazione medicalmente assistita. Una donna che vive un’esperienza come questa, infatti, può provare sensazioni di ansia e speranza ma, alla fine, anche il dolore nello scoprire che il proprio corpo è “scaduto”, cioè non più in grado di generare la vita. Il tema scelto si collega all’attualità, anche in ragione del forte aumento percentuale di  giovani coppie che si affidano a questo tipo di percorso.

    La sinossi racconta il percorso d’una donna partendo dalla fase della speranza e del sogno dell’avere un bambino. Tale speranza è espressa attraverso l’acquisto di vestiti e giocattoli, oppure dal giocherellare nella stanza utilizzando le ombre sul muro. Le scene alternano condizione diurna e notturna e, durante la notte, mentre lei dorme, si manifestano strani eventi e oscuri presagi (uccelli morti, oggetti che si muovono da soli).

    La donna inizia il percorso di procreazione assistita e, dopo aver incontrato un’infermiera severa e un dottore dalle sembianze d’un clown McDonald, procede con una terapia fatta di dolorose punture sul ventre.

    Alla fine, la dimensione diurna della speranza e quella notturna del presagio nefasto entrano in collisione: la visione della distruzione del Sole fa da cornice, per la donna, alla percezione di quell’unico momento di vita, brevissimo, ch’ella è riuscita a percepire dentro di sé poco prima della morte dell’embrione. Sole ed embrione, dunque, fungono da concatenamento simbolico per ricondurre alla natura sferica dell’Essere.

    Sul piano stilistico, atmosfere e situazioni di CORPO SCADUTO rimandano alla cinematografia horror contemporanea: l’Asian Terror giapponese e coreano, i found footage movie americani, il nouvelle troille francese.

    Dal punto di vista della struttura registica e drammaturgica, lo spettacolo rispetta i due paradigmi estetici di Jurta Produzioni: un flusso sonoro/musicale costante che svolge altresì ruolo di ambiente/installazione, nonché una scrittura elaborata come una successione ininterrotta di tableaux vivants.

     

    Interpreti: FRANCESCA MARTELLI, LORENZA GUERRA, DANIELE ESPOSITO

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    Genere: teatro di ricerca, teatro-danza

     

     



  • Jurta produzioni presenta “Cicatrice – il danno del dono”

    Fantasma-volto-di-donna

     

    MARTEDI’ 18 GIUGNO  2013 ore 20

    JURTA produzioni presenta

    “CICATRICE – il danno del dono”

    Festival PerAspera Drammaturgie Possibili 

    Villa Mazzacorati BOLOGNA

     

    Interpreti: MARIA GRAZIA BAZZICALUPO, MARIA PIA PAPANDREA,

    FRANCESCA MARTELLI, CINZIA PIETRIBIASI, ANDREA SAGNI E ANNA SCHMITZ

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    Per prenotazioni 340/4719020 – info@associazionejurta.it

     

    “Cicatrice – Il danno del dono” tratta il tema del dolore, della solitudine e del distacco dalla realtà per sopravvivere. La protagonista è una bambina, la quale viene data alla luce miracolosamente, mentre contemporaneamente la madre vive il lutto per la perdita di un altro figlio, adottato e tanto desiderato. Il dramma rimosso porterà la madre ad essere distaccata con la figlia per la paura di perdere anche quest’ultima. La bambina si rifugia quindi in un mondo immaginario che la porta a distaccarsi dalla realtà, ma a percepire, al contempo, il peso della morte del fratello. Il destino della bambina sarà quello d’interiorizzare la tristezza inespressa della madre, di salvarla dal proprio dolore ed espiare la colpa per la morte del fratello, compiendo così atti sacrificali. Il danno del dono riconduce al dono della vita insito nella maternità; un dono che però, durante la gravidanza e nei primi anni di vita, ha recato con sé senso di lutto, colpa e diffidenza affettiva: quindi, anche un danno capace di segnare la bambina per sempre.



  • JURTA EVENT..”THE HOLE” al BOLOGNETTI MOB 2013

    JURTA EVENT

    “THE HOLE”

    al BOLOGNETTI MOB – molecole bolognesi 2013

    VENERDI’ 10 MAGGIO

    Ore 21.00 SOUND BEHIND THE CORNER E JURTA EVENT presentano THE HOLE con HAUTVILLE e in consolle selezione musicale di DJ Set by SIGUR (SoundsBehind TheCorner)

    SERATA ANNULLATA PER PIOGGIA

     

    GIOVEDI’ 16 MAGGIO

    Ore 21.00 Opening ActOsc2x (Link: https://soundcloud.com/osc2x https://www.facebook.com/Osc2x) + MalaScena(Link: http://www.malascena.it/malascena.it/Home.htmlhttps://it-it.facebook.com/malascena.malascena + selezione musicale a cura di AHNDY (dark wave, goth, anni’ 80)

     

    GIOVEDI’ 23 MAGGIO

    Ore 21.00 Associazione Farm e Progetto Spore presentano Good Cop/Naughty Cop

    (NL – arduino propelled hyperspace bycicle) goodcopnaughtycop.wordpress.com

    + Space Chicks in Trouble (IT, SP – dance music for aliens) spacechicks.wordpress.com

    Good cop / naughty cop: consists of classical guitarist / bicycle repairman Zac Stibbs (AU,1983) and composer / musician Sjoerd Leijten(NL,1983). Using technology in conjunction with acoustic instruments they make open form electroacoustic music.In their very first performance ’Piece for Two Bicycle Wheels, Two Guitars & Two Beamers’ they use bicycle wheels to trigger and manipulate sound and image.Video preview of ‘Piece for Two Bicycle Wheels, Two Guitars & Two Beamers’; Space Chicks in Trouble: Space Chicks in Trouble is an electroacustic improvisation duo based in Bologna (IT). It’s composed by the bodies of Manuel Prat (Barcellona, 1979) and Daniele Giannotta (Catania, 1982), inhabited by the lesbo alien couple Gordella and Dronelia.

    A seguire selezione musicale a cura di AHNDY (dark wave, goth, anni’ 80)

     

    VENERDI’ 31 MAGGIO

    Ore 22.00 VERDIANA RAW Live al VICOLO BOLOGNETTI (BOLOGNA)+ Special Guest GIANFRANCO (Grotesque di Modena)
    Evento: http://www.facebook.com/events/512403638809013/512438072138903/?notif_t=plan_mall_activityVerdiana Raw (Official)

    IN CASO DI PIOGGIA LE SERATE SARANNO ANNULLATE E NON POTRANNO ESSERE REALIZZATE ALL’ARTERIA PER PROBLEMI TECNICI SOPRAGGIUNTI!

     

      

    BOLOGNETTI MOB – molecole bolognesi 2013

    DAL 1 MAGGIO AL 31 MAGGIO 2013

    Vicolo Bolognetti, 2 (Quadriportico)

    Ingresso libero

     

    Sito Jurta: www.associazionejurta.itinfo@associazionejurta.it

     

    Sito MOB: www.molecolebolognesi.it

    francesca.biopolitica@gmail.com

    Facebook Francesca Rossi e Grupo MOB

     

     

     

     

     



  • Cicatrice – il danno del dono Giovedi’ 7 Marzo ore 21 “Cassero” Via Don Minzoni, 18 Bologna

    GIOVEDI’ 7 MARZO 2013 ORE 21

    CICATRICE – il dano del dono CASSERO DI BOLOGNA

    A cura di ARCILESBICA BOLOGNA

    Interpreti: MARIA GRAZIA BAZZICALUPO, MARIA PIA PAPANDREA, FRANCESCA MARTELLI

    CINZIA PIETRIBIASI, ANDREA SAGNI E ANNA SCHMITZ

    Regia e drammaturgia: FRANCESCA ROSSI

    INGRESSO 8 EURO

    Per prenotazioni 340/4719020 – info@associazionejurta.it

    con il patrocinio del Comune di Bologna

    “Cicatrice – Il danno del dono” tratta il tema del dolore, della solitudine e del distacco dalla realtà per sopravvivere. La protagonista è una bambina, la quale viene data alla luce miracolosamente, mentre contemporaneamente la madre vive il lutto per la perdita di un altro figlio, adottato e tanto desiderato. Il dramma rimosso porterà la madre ad essere distaccata con la figlia per la paura di perdere anche quest’ultima. La bambina si rifugia quindi in un mondo immaginario che la porta a distaccarsi dalla realtà, ma a percepire, al contempo, il peso della morte del fratello. Il destino della bambina sarà quello d’interiorizzare la tristezza inespressa della madre, di salvarla dal proprio dolore ed espiare la colpa per la morte del fratello, compiendo così atti sacrificali. Il danno del dono riconduce al dono della vita insito nella maternità; un dono che però, durante la gravidanza e nei primi anni di vita, ha recato con sé senso di lutto, colpa e diffidenza affettiva: quindi, anche un danno capace di segnare la bambina per sempre.



  • Jurta produzioni

    Jurta produzioni

    presenta

    GIOVEDI’ 7 MARZO 2013 ore 21.00

    “B.04  CICATRICE – il danno del dono” spettacolo di Bioteatro

    Con Francesca Martelli, Andrea Sagni, Maria Grazia Bazzicalupo, Cinzia Pietribiasi, Maria Pia Papandrea e Anna Schimtz

    Regia e drammaturgia Francesca Rossi

    Cassero – Via Don Giovanni Minzoni18, Bologna

    Biglietto 8 euro